Sarebbe davvero complicato pensare alle nostre cucine senza pomodori, patate, peperoni… e molto altro che è arrivato a noi grazie a Cristoforo Colombo! 
E’ il 12 ottobre 1492 quando il nostro navigatore genovese scopre il Nuovo Mondo e con esso una grande varietà di frutta e verdura.
Così in Europa arrivano: fagioli, mais, patate, peperoni e peperoncini, pomodori e zucche, e poi ananas, arachidi, cacao, fichi d’india e mais.
Anche se l’Europa ci metterà un pò a capire l’uso ottimale da farne in cucina! All’inizio, infatti, il pomodoro fu ritenuto velenoso! E la patata per alcuni decenni fu utilizzata solo per alimentare il bestiame! Il mais e i fagioli divennero invece subito popolari!
E noi europei cosa abbiamo fatto arrivare oltreoceano?
Asparagi, cetrioli, carciofi, cardi, cavoli, lattuga e sedano, oltre a frutti come melograni, more e pere.
Le zucchine hanno una storia particolare: derivate dalle zucche scoperte ed importate dall’America, tornarono in America con emigrati italiani nel corso del ‘900.
E gli asparagi, originari dalle coste del Mediterraneo, si sono diffusi in Sud America fino a rendere il Perù uno dei maggiori produttori ed esportatori al mondo (non proprio a chilometro zero)!
Paese che vai verdure che trovi!

Redazione